Arti Circensi2017-08-07T15:44:29+00:00

Arti Circensi: Arte, Circo

Immaginate una stanza circo-lare con una porta gialla e rossa messa a testa in giù, cambiate prospettiva e fatevi aprire dalla porta: scoprirete meraviglie dentro di voi… 

Contrariamente a quello che si potrebbe pensare le arti circensi hanno radici molto antiche: ad esempio in Egitto sono stati ritrovati affreschi risalenti al 1794-1791 a.C. circa raffiguranti dei giocolieri!

Ma cosa s’intende per arti circensi?

Dimentichiamo il circo con gli animali: qui si tratta di scoprire e accrescere le proprie abilità con creatività e passione.

Giocoleria

si inizia dai tre mandarini, ci si evolve con le palline, si scoprono le clave, si prosegue con qualsiasi oggetto capiti tra le mani!

E ci si ritrova poi a tenere in equilibrio sul naso un mestolo o a passare la giornata con una pallina in testa e allora iniziano le preoccupazioni…ma sarà grave?!

Acrobatica e movimento corporeo, attrezzi aerei, trapezio, tessuti, corda e cerchio aerei: scoprire che è possibile fare amicizia con il proprio corpo ed usarlo come strumento espressivo, a terra ed in aria…fare evoluzioni con e su di essi, con e su se stessi, per poi finire a far verticali comunque e dovunque!

Mimo

volare su un aeroplano con i piedi per terra, inventarsi mondi fantastici e mostrarli agli altri con la propria espressività come unico mezzo.

Clown

la magia del sorriso.

Abbiamo trovato nel circo la strada per raggiungere le persone, non importa l’età o la classe sociale: il circo è per tutti!

Studiando, osservando, scoprendo e curiosando abbiamo avuto modo di vedere come il circo sia un toccasana per mente e corpo e come influisca positivamente sulla vita.

Migliora la coordinazione, l’interazione tra persone senza competizione alcuna, aumenta la fiducia in sè e l’inventiva; ci ricorda di quella parte bambina che spesso viene messa all’angolo dal quotidiano.

Ricerche, studi e tesi di laurea sono stati fatti sul cosiddetto Circo Sociale che, attraverso il concetto di arte-educazione, permette di lavorare su disagi o disabilità in maniera giocosa e non invasiva, ottenendo tra l’altro grandi risultati.

Parliamo poi di Circo Pedagogico: nessuno gioca più seriamente di un bambino, perchè la seriosità è prerogativa dell’adulto!

Giocare non è così semplice come sembra: il bimbo che gioca mette alla prova le capacità, amplia  conoscenze e autopercezione, è concentrato, attento e con la fantasia galoppante, insomma, si sta divertendo!

Ritmo, Coordinazione, Socializzazione, Autoeducazione, Manualità, Pazienza, Attenzione, sono doti e valori che vanno scoperti e coltivati, e questo è l’intento con cui inventiamo ogni volta il nostro lavoro.

Guarda tutta la Gallery