I Cavalli2016-12-19T10:18:21+00:00

I Cavalli

tateTate Sapa (Vento Nero, in lingua Lakota):
è nata i primi di aprile del 1998, sicchè è del segno dell’Ariete, e come tale Tate tende ad essere un capo, ad affrontare le situazioni di petto ed ha una impulsività e una emotività molto viscerali; peraltro è sincera e leale e incapace di rancori.
E’ stata scelta in un branco su per l’Appennino parmense che era gravida di Windy: si è mostrata ottima madre e nutrice.
E’ la più vecchia del branco, la più affidabile e la più generosa di sé; se le si spiega la necessità è in grado di lavorare tutto il giorno, ma non tollera prevaricazioni: se il cavaliere si assenta mentalmente, o vuole solo comandare senza chiedere collaborazione, non ha problemi ad assumere lei il comando.
E’ splendida ed ha una infinita comprensione con le persone portatrici di handicap, con le quali sembra trasformare la propria potenza in pazienza.

 

 

 

chandraChandra (Luna, in lingua Hindi):
è nata il 24 aprile 2002, sicchè è del segno del Toro, e lo dimostra.
Quando è arrivata da noi era una puledra che aveva passato i primi sei mesi di vita sempre in stalla accanto alla madre legata corta, poi un anno separata dalla madre ma sempre legata in stalla; portava i segni delle botte ricevute una volta libera: e chi non si sarebbe scatenato?
Abbiamo messo sei mesi solo per avvicinarla, chè era libera nel paddock: scappava se vedeva anche solo un accenno di mano alzata, magari per una carezza.
Ora è una bellissima cavalla, affettuosa e desiderosa di collaborare, attenta ai segnali e alle proposte che le arrivano, con i gesti e con la voce: è la più coccolona, e la più loquace, e, naturalmente, la più sensibile.
Nell’aprile 2009 ha partorito Wani, e, anche se non è stata madre presentissima come Tate, è stata bravissima e disponibile verso la sua piccola, cui ha insegnato l’indipendenza.

 

 

 

nuvolaNuvola:
è nata nel 2004, non si sa bene il giorno ed il mese, perché la sua mamma, Lisa, l’ha partorita in mezzo ai boschi dell’appennino parmense.
E’ probabilmente la più birba del branco, e sicuramente la più golosa; ma è anche la più comoda da montare, quella che ha il trotto più rilassante, la più simpatica e la più dispettosa: è l’unica che ha imparato ad aprire i rubinetti dell’acqua, ma non c’è verso che li chiuda; da piccola scivolava sotto il recinto per venire a bussare alla porta di casa alle cinque del mattino…
Impazzisce per mele e carote, per conquistare le quali sfodera un’intraprendenza insospettabile.

 

 

 

windyWindy:
è nata il 9 aprile 2006, qui da noi, figlia di Tate.
Come già detto, ha avuto una madre attentissima e un coro di zie che l’hanno coccolata ed accudita fin quando ha voluto. E’ una puledra serena e tranquilla, con un trotto magnifico ed un galoppo leggero. E’ già domata ed ha ricevuto una parte di addestramento: questa primavera inizierà le passeggiate insieme alle altre, sellata e montata. Nel lavoro a terra è curiosa, sensibile e collaborativa. Dati i genitori che si ritrova, diventerà una bellissima cavalla.

 

 

 

waniWani:
è nata il 9 maggio 2009, qui in azienda, e, naturalmente, da subito ha ricevuto montagne di coccole e vizietti, che però non hanno intaccato la sua indole saggia e prudente, né il suo fare distaccato, tipico del segno, che la porta, così piccola, ad arrivare lemme lemme per ultima alla mangiatoia, sicura che tutte le altre le faranno posto.
Porta in fronte una stellina bianca, che ha ereditato dal papà, Cervino II, vecchio campione di razza.