LA DONNA DELL’ACQUA

//LA DONNA DELL’ACQUA

LA DONNA DELL’ACQUA

C’era un giovane a cui piaceva molto pescare nel rio vicino alla sua casa. Un giorno, mentre stava lanciando il suo filo nella laguna, sulla riva opposta si avvicinò una donna molto bella dalla pelle bianca e vestita di bianco. Gli anziani conoscevano questa donna come Yaku Warmi, o Donna dell’ Acqua. La donna lo chiamò perchè le si avvicinasse: in principio il giovane ebbe paura, ma infine accett. Nel momento in cui prese la mano della donna nella sua, fece un solo passo e si ritrovò nella casa del padre di Yaku Warmi, un uomo possente, alto tre metri. In quella casa, Yaku Warmi passò molti giorni con il giovane, insegnandogli a pescare. Un giorno lo invitò a visitare luoghi diversi di acqua. Su un treno di millepiedi viaggiarono verso molti fiumi e lagune. Poi, allo stesso modo, mentre pescavano, un giorno Yaku Warmi lo invitò ad accompagnarla al mare. Viaggiarono in un elicottero di colibrì, per tutti gli oceani, pescando.

Alla fine del viaggio, improvvisamente Yaku Warmi scomparì, e il giovane si ritrovò nel rio dove aveva conosciuto la Donna dell’Acqua. Siccome erano passati sei mesi, da quando era scomparso dal fiume, la sua famiglia pensò che fosse morto, e lo piangevano, avendo seppellito solamente i suoi abiti. Quindi, quando il giovane tornò a casa con una cesta piena di pesce e senza nessuna traccia di ferite, si sorpresero, e la madre svenne. S padre mandò a chiamare uno zio del giovane, che allora era uno shamano molto potente: quando lo shamano arrivò e vide il giovane, si mise a correre più veloce che poté. Quando la famiglia gli chiese perchè fosse scappato correndo, lo zio rispose che il giovane si era trasformato in una anaconda gigantesca e possente.

Per questo, gli anziani dicono che, come esistono gli spiriti della selva, così esistono spiriti dei fiumi, della laguna, dei mari, e sono questi spiriti che insegnano alla gente ad essere buoni pescatori.

By |2019-04-01T09:51:45+00:00aprile 1st, 2019|Guayusa Racconti|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment