MUNDU ANGA

MUNDU ANGA

Anticamente scomparivano molte persone, ma nessuno sapeva chi le portava via. Kuyllur e Duciru. Già che erano saggi, si accorsero di un uccello chiamato Mundu Anga (Grande uccello mitologico) che mangiava viva la gente. Quando arrivava, si oscurava il cielo, e l’uccello afferrava le persone con i suoi tremendi artigli. I due fratelli si accorsero che il Mundu Anga viaggiava sempre da Est a Ovest, e da Nord a Sud, e un giorno decisero di inseguirlo nel suo viaggio verso Sud.

Di nascosto arrivarono dove volava l’uccello gigantesco, e videro che si appollaiò su una grande pietra per mangiare la sua preda. I gemelli pensarono -“come facciamo ad uccidere questo uccello?” Kuyllur disse -“Io lo ucciderò appendendomi al suo collo” e Duciru disse -” E io gli colpirò le ali”.

Allora Kuyllur si aggrappò al collo del Mundu Anga e lo lasciò paralizzato sulla pietra. Quindi Duciru lo colpì una sola volta, più forte che potè, e gli ruppe la tremenda ala. I due fratelli poi dissero -“Rumi rumi, pikitza pikitza, pungara pungara” ( che significa – convertiti in pietra!) e l’uccello rimase pietrificato.

Gli anziani raccontano che ancora oggi esiste una grande pietra che un tempo fu il Mundu Anga.

By |2019-04-01T09:53:25+00:00aprile 1st, 2019|Guayusa Racconti|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment